Albert Einstein

Esperto di relatività ristretta

FREELANCE DI BASE A ROMAOFFRO SERVIZI PER LE AZIENDE

PRECEDENTEMENTE: INSEGNANTE Approfondisci

FORMAZIONE: FISICA E MATEMATICA  Approfondisci

Dettagli personali

  • Data di nascita: 14 Marzo 1879
  • Stato civile: Sposato
  • Nazionalità: Tedesca

Chi sono

Albert Einstein (Ulma, 14 marzo 1879 – Princeton, 18 aprile 1955) è stato un fisico, filosofo e accademico tedesco naturalizzato svizzero e statunitense.
Considerato da molti il più grande contributore allo sviluppo della fisica per i suoi molteplici, importanti e innovativi contributi, conosciuto al grande pubblico anche per la formula…

…dell’equivalenza massa-energia, E = mc2, riconosciuta come l'”equazione più famosa al mondo”, e per tutti i suoi lavori che ebbero una forte influenza anche sulla filosofia della scienza, nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico»,[5] un passo avanti cruciale per lo sviluppo della teoria dei quanti, sviluppando a partire dal 1905 la teoria della relatività, uno dei due pilastri della fisica moderna insieme alla meccanica quantistica.
All’inizio della sua carriera credeva che la meccanica newtoniana non fosse più sufficiente a conciliare le leggi della meccanica classica con le leggi dell’elettromagnetismo e ciò lo portò a sviluppare la teoria della relatività ristretta mentre era all’istituto federale della proprietà intellettuale di Berna (1902–1909). Tuttavia successivamente si rese conto che il principio di relatività poteva essere esteso ai campi gravitazionali, quindi nel 1916 pubblicò un articolo sulla relatività generale con la sua teoria della gravitazione. Continuò a trattare problemi di meccanica statistica e teoria dei quanti, che lo portò a dare una spiegazione della teoria delle particelle e del moto browniano. Indagò anche le proprietà termiche della luce e gettò le basi per la teoria del fotone. Nel 1917, applicò la teoria della relatività generale per modellizzare la struttura dell’universo.

Approfondisci

ESPERIENZE

From1908To1909

1 ANNO

Università di BernaBERNA

Insegnante di fisica

Durante questo anno accademico ho dimostrato che l’energia dei quanti di Max Planck deve avere una quantità di moto ben definita. Questo ha introdotto il concetto di fotone e ha ispirato la nozione di dualismo onda-particella nella meccanica quantistica.

From1914To1933

19

Istituto di Fisica dell'UniversitàBERLINO

Direttore

Nel 1914 sono stato nominato direttore dell’Istituto di Fisica dell’Università di Berlino, dove sono rimasto fino al 1933. In quegli anni ho effettuato alcune ricerche sulla meccanica statistica e sulla teoria della radiazione.

From1921To

1 giorno

Accademia Reale Svedese delle ScienzeSVEZIA

Premio Nobel per la fisica

Nel 1921 ho ricevuto il premio Nobel per la fisica «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico», un passo avanti cruciale per lo sviluppo della teoria dei quanti, sviluppando a partire dal 1905 la teoria della relatività, uno dei due pilastri della fisica moderna insieme alla meccanica quantistica.

FORMAZIONE

LINGUE E COMPETENZE

START UP
INNOVATION
PRODUCTS
CSS
JAVASCRIPT
BUSINESS
E-COMMERCE
CREATIVE

Lingue

  • IngleseInglese: avanzato
  • SpagnoloSpagnolo: avanzato
  • FranceseFrancese: intermedio

REFERENZE